CONSIGLIO: E-R; DS, STATO NON VENDA PALAZZO DUCALE SASSUOLO

La possibilita’ che il Palazzo
Ducale di Sassuolo (Modena) possa essere messo all’asta dallo
Stato preoccupa il consigliere regionale Massimo Mezzetti (Ds),
che ha presentato un’ interrogazione alla Giunta regionale.

Mezzetti vuole sapere ”con sicurezza se veramente il Governo
intenda vendere il Palazzo Ducale di Sassuolo”, possibilita’ da
scongiurare per il consigliere: e’ ”un bene artistico e
culturale di prestigio internazionale”, la reggia estense e’ un
”vero gioiello della cultura barocca” e ”sono solo pochi anni
che il Palazzo e’ stato liberato dalla servitu’ militare”. ”E
da allora la reggia e’ stata adibita ad uso pubblico,
principalmente museale: il Comune di Sassuolo e il Ministero per
i Beni culturali, con le soprintendenze e collaborazioni di
soggetti privati, hanno investito dagli anni Ottanta circa 15
miliardi per trasformare quella che era una succursale
dell’Accademia militare in quello che e’ oggi: una reggia
barocca completamente restaurata al servizio di iniziative
culturali e sociali”.
E se e’ vero ”che il Governo Berlusconi intenda vendere il
Palazzo Ducale di Sassuolo”, la prima cosa da fare per Mezzetti
sarebbe ”attivarsi immediatamente” perche’ la decisione
”venga ritrattata”, ma se non fosse possibile ”bisognera’
allora fare il possibile perche’ gli Enti locali possano
esercitare il diritto di prelazione”. Alla Giunta regionale
chiede quindi ogni iniziativa a tutela del Palazzo Ducale di
Sassuolo, compreso, se fosse necessario, di partecipare con
Provincia di Modena e Comune di Sassuolo e il loro accordo all’
esercizio del diritto di prelazione, in caso l’ alienazione non
possa essere scongiurata.