A Montefiorino torna il tartufo

Sua maesta’ il tartufo si concede
al pubblico nella ormai tradizionale Sagra annuale che si tiene
a Montefiorino e che è giunta quest’
anno alla decima edizione.
Il programma si snoda fra degustazioni nelle bancarelle
allestite in paese e nei ristoranti, itinerari turistici, mostre
e convegni su questo prodotto che ormai e’ diventato tipico
anche sull’ Appennino modenese.
La Sagra del tartufo abbraccia due settimane a partire da
sabato e domenica prossimi e poi il 31 ottobre e l’ 1-3 e 4
novembre.

La prima giornata si apre con un convegno al mattino
dal titolo ”Ultime novita’ dal mondo del tartufo” a cui
faranno seguito in mattinata l’ apertura degli stands
espositivi e gastronomici. All’ incontro prenderanno parte
amministratopri locali ma soprattutto ricercatori e docenti
universitari. Fra gli altri Antonella Amicucci dell’ Istituto
scienze biochimiche dell’ Universita’ di Urbino parlera’ dei
”Metodi molecolari per l’ identificazione del tartufi” mentre
Bruno Sabella, presidente dell’ Associazione tartufai modenese
parlera’ di ”Esperienze e attivita’ svolta dall’ associazione
tartufai di Modena”. Sara’ poi presente anche Antonella
Brancadoro presidente dell’ Associazione nazionale citta’ del
tartufo. Al termine del convegno sono previsti una visita alla
tartufaia sperimentale del parco di Santa Giulia e la
premiazione dei tartufai modenesi ultrasettantancinquenni.
Durante tutte le giornate della sagra i ristoranti
convenzionati sono in grado di offrire cene a base di tartufo a
prezzi di favore. Il giorno successivo si continua con l’
aggiunta di musica e animazioni in piazza anche per i bambini e
un tour in bicicletta dal titolo ”Escursione nella citta’ del
tartufo”.
Nell’ ultima giornata si terra’ infine l’ estrazione
dei premi del concorso Compra e vinci nella citta’ del
tartufo.