Prostituzione: per punire pentite inscenano rapina

Volevano probabilmente dare una
lezione a due giovani ex prostitute, che avevano denunciato il
”giro” in cui erano state coinvolte, e hanno inscenato una
rapina.
E’ successo nella mattina in un appartamento di via Tre Re in
centro storico a Modena, dove sono entrati quattro albanesi,
malmenando una giovane nigeriana.

Nell’ appartamento, fino a
ieri, erano state alloggiate due lucciole albanesi che, con le
loro deposizioni, avevano aiutato le forze dell’ordine a tirare
le fila su un’ organizzazione clandestina: ma propri ieri
le due ragazze sono state trasferite in un altro alloggio. Per
cui i quattro albanesi, che quasi certamente erano andati a
punire le loro connazionali per il loro pentimento, non le hanno
trovate e quindi si sono sfogati sull’ inconsapevole nigeriana.
Proprio nella mattina in Tribunale a Modena e’ cominciato,
dopo vari rinvii, il processo per l’ operazione Illiria, che nel
1996 porto’ alla scoperta di un’ organizzazione di albanesi che
sfruttavano prostitute. Alcuni degli imputati, quasi tutti
albanesi, scarcerati per decorrenza dei termini, sono
irreperibili, altri erano invece in aula. Il Pm Giuseppe Tibis
ha chiesto la condanna a 12 anni per due dei 16 uomini, uno dei
quali e’ accusato anche di violenza, mentre per gli altri
imputati le richieste variano dai due ai sette anni.