Modena: bambini della 1a elementare in bus gratis

Nel corso di una simpatico e affollato incontro presso il Municipio, il sindaco Giuliano Barbolini e il presidente di Atcm Livio Filippi hanno consegnato stamane a ciascuno dei 24 bambini della classe prima C delle scuole elementari di via Nicoli, un abbonamento gratuito per l’uso del trasporto pubblico. Un abbonamento identico sarà poi consegnato nei prossimi giorni a tutti gli altri bambini, circa 1500, che frequentano la prima elementare nelle scuole del territorio comunale. Obiettivo dell’iniziativa, derivante da un protocollo siglato con le direzioni didattiche, è quello di promuovere la massima utilizzazione del mezzo pubblico da parte delle scolaresche nello svolgimento delle attività didattiche fuori sede, nonchè, promuovere verso i ragazzi l’utilizzo del mezzo pubblico per accedere alle opportunità culturali, ricreative e sportive che la città di Modena offre.


E’ questo l’impegno che sta alla base dell’iniziativa di promozione del trasporto pubblico a Modena attraverso la predisposizione di un nuovo abbonamento personale a tariffa agevolata dedicato agli alunni delle prime classi elementari, che consentirà l’utilizzo del mezzo pubblico per un numero di corse illimitato. Il Comune di Modena si fa carico, per il primo anno, del costo dell’abbonamento, che viene quindi offerto gratuitamente agli alunni. Negli anni successivi, fino al termine delle scuole elementari, gli alunni potranno ricaricare il titolo di viaggio presso la biglietteria della Stazione delle corriere: ATCM si impegna a mantenere invariata la tariffa, fissata in L. 10.000. Il Comune di Modena fin dal settembre 1999, in occasione della prima giornata europea senz’auto, aveva consegnato alle scuole elementari delle carte valore (Multibus) che riducevano del 20% il costo dei viaggi. ATCM ha provveduto nei giorni scorsi a sostituirle con altre, utilizzabili per le uscite didattiche collettive delle classi seconda, terza, quarta e quinta, che riducono del 70% il costo dei viaggi. Queste Multibus sono peraltro destinate all’esaurimento perché nell’arco dei prossimi quattro anni saranno sostituite proprio dagli abbonamenti personali che, oggi per la prima volta, poi di anno in anno, verranno consegnati ai singoli alunni delle prime classi.