Turismo in montagna: bene agosto, cala luglio

Sono aumentate in agosto le presenze turistiche negli alberghi della montagna modenese, mentre in luglio si registra un sensibile calo. L’aumento nel mese di agosto è stato del 2,4 per cento (con una punta del 6 per cento nei giorni di maggiore affluenza dal 10 al 20 agosto). In luglio il calo è stato del 3,7 per cento (meno 9 per cento dal 10 al 20 luglio).
I dati sono stati presentati in Consiglio provinciale da Mario Lugli, assessore provinciale al Turismo.


Le informazioni sono state raccolte dall’ufficio turistico della Provincia su un campione di 97 alberghi su 137 alberghi della montagna.
Nel 2000, sempre in agosto, si era registrato un calo del 6,5 per cento rispetto al 1999.
“Il dato di agosto – afferma Mario Lugli – rappresenta una significativa controtendenza rispetto agli anni scorsi, anche se occorre proseguire nell’azione di innovazione del prodotto turistico”.
Dalle indagine della Provincia risulta che le presenze in agosto sono aumentate su tutto il territorio montano con punte significative a Sestola, Serramazzoni e Pievepelago.
Secondo i tecnici provinciali segnali positivi arrivano anche dal bed and breakfast che si sta diffondendo anche nel modenese.
Nel suo intervento Lugli ha illustrato anche i dati relativi alla città di Modena che registrano un più 18 per cento in agosto con quasi 23 mila presenze e 13 mila turisti arrivati.
Nel resto della pianura i dati di luglio si confermano sui livelli del 2000 (con 36.597 presenze), mentre in agosto si sono registrate 24.689 (più 5 per cento rispetto allo scorso anno).