Un quinto dei modenesi ha più di 65 anni

Più di una famiglia su quattro è composta da una sola persona, per lo più anziana, e un quinto dei modenesi ha oltre 65 anni. La situazione demografica della città è quindi caratterizzata da un progressivo invecchiamento della popolazione.

Secondo dati aggiornati al primo gennaio 2000, su 176 mila abitanti gli ultrasessantacinquenni sono infatti oltre 37 mila (cioè il 21 per cento). A Modena l’indice di vecchiaia, cioè il rapporto fra la popolazione di 65 anni e oltre e quella fino al 14 anni, è quasi raddoppiato nel giro di dieci anni: se nel 1981 gli anziani erano 85 ogni cento ragazzi, nel 1999 il numero è salito a 164. L’indice di invecchiamento, che è invece il rapporto tra gli ultrasessantacinquenni e il totale della popolazione, è passato dal 14,7 del 1981 al 20,1 del 1999.