Delitto di San Geminiano: turco condannato

E’ stato condannato a sei anni e 10
mesi di reclusione per omicidio preterintenzionale dal Tribunale
di Modena, con rito abbreviato, Serkan Mese, il ventunenne turco
che il 31 gennaio scorso accoltello’ e uccise un connazionale
residente a Reggio Emilia.


Il cosiddetto ‘Delitto di S.Geminiano’ (dal nome del patrono
di Modena, che si celebra appunto il 31 gennaio) nacque per una
motivazione sentimentale. Serkan infatti si era innamorato di
una ragazza di 17 anni, il cui fratello tuttavia osteggiava la
relazione. Quando i due fidanzati avevano deciso di fare una
fuga d’ amore, il fratello della ragazza, assieme ad alcuni
amici, si era messo a cercarli e li aveva rintracciati. Serkan
aveva cosi’ affrontato i suoi ‘avversari’ sferrando una
coltellata a uno degli amici del fratello della fidanzata. Il
giovane era morto per le ferite riportate. L’ omicida aveva poi
cercato di rifugiarsi a casa del fratello, ma era stato
individuato e arrestato. Il Pubblico ministero aveva chiesto 9
anni di reclusione, la difesa invece voleva l’ assoluzione per
legittima difesa.