Ancona-Modena: giudice convalida arresti

Con l’ accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lancio di oggetti contundenti, il gip Alberto Pallucchini ha convalidato oggi l’ arresto dei quattro tifosi del Modena fermati ieri dalla Digos al termine della partita Ancona-Modena dopo uno scontro con la polizia in cui un ispettore e’ stato ferito ad un occhio con un’ asta di bandiera.

I quattro supporter emiliani – Fabrizio Monaco, Daniele Tagliazucchi, 30 anni, Manuel Cocchi, 26 anni, e Nicola Medici, 20 anni – dovranno restare agli arresti domiciliari in attesa del processo, che verra’ celebrato mercoledi’ prossimo. Difesi dall’ avv. Roberto Tiberi, i quattro facevano parte di un gruppo di 87 sostenitori della squadra modenese denunciati per aver staccato alcune plafoniere da un autobus e averle gettate contro gli agenti per impedire loro di salire a bordo dei mezzi per scortarli. Gli stessi ultras avevano poi resistito al tentativo dei poliziotti di identificarli. Un quinto tifoso del Modena, A. A., 17 anni, in quanto minorenne e’ stato semplicemente denunciato a piede libero per gli stessi reati.
Ai quattro maggiorenni, il pm Irene Bilotta non ha contestato
il reato di lesioni personali ai danni dell’ ispettore ferito, originario di Ancona ma in servizio da diversi anni a Bologna.
Per accertare la dinamica e individuare i responsabili di quell’ episodio infatti le indagini sono ancora in corso e si procedera’ a parte.