Nomade arrestata e condannata per borseggio

Una nomade di 29 anni è stata
arrestata dagli agenti della polstrada di Modena nord, dopo aver
borseggiato un uomo nell’ area di servizio ‘Secchia Ovest’ sull’
Autosole, e condannata con rito direttissimo a 10 mesi di
carcere e 300 mila lire di multa.


La donna, domiciliata a Modena nel campo nomadi di via
Baccelliera, è stata colta in flagrante dopo aver sottratto un
portafoglio con 8 milioni in contanti ad un uomo a cui aveva
chiesto l’ elemosina. Quando gli agenti l’ hanno bloccata, il
derubato non si era ancora accorto del furto. La nomade non
potrà piuù soggiornare a Modena.
L’ arresto è avvenuto nel corso dei servizi per la
prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio nelle
aree di servizio autostradali, intensificati in occasione del
periodo di festività.