Enti locali: no chiusura 3 impianti Conserve Italia

Per evitare la chiusura dei tre
impianti modenesi del Conserve Italia (prevista dal piano di
ristrutturazione del gruppo alimentare), Provincia e Comuni
interessati coinvolgeranno anche il ministro delle Politiche
Agricole Giovanni Alemanno.

Lo ha annunciato l’ assessore all’
Agricoltura della Provincia di Modena, Enrico Corsini,
rispondendo a una interpellanza del consigliere di Rifondazione
Comunista, Alfredo Silvestri.
”I tre stabilimenti (Medolla, Ravarino e Mirandola, con 300
dipendenti fissi e 500 stagionali, ndr) – ha detto Corsini –
rappresentano una importante opportunita’ di lavoro per la zona
e siamo preoccupati per il loro futuro. Nei mesi scorsi abbiamo
incontrato i responsabili del Conserve Italia e abbiamo chiesto
maggiori informazioni sul piano dell’ azienda, ma finora non
abbiamo ottenuto risposta. In accordo con i sindaci ora
intendiamo anche coinvolgere il ministero su questo problema”.
Per Silvestri,”enti locali e sindacati devono impegnarsi per
evitare la chiusura dei tre impianti, cosi’ importanti per l’
occupazione della zona e per la valorizzazione delle produzioni
agricole”.
Il piano di ristrutturazione del Conserve Italia prevede il
trasferimento delle lavorazioni dai tre stabilimenti ad un nuovo
impianto a Codigoro, nel ferrarese. Sul problema nei prossimi
giorni gli enti locali modenesi incontreranno l’ assessore
regionale all’ Agricoltura, Guido Tampieri.