Pensioni Inps: per 3/4 pensionati slittano gli aumenti

Delusione in arrivo per oltre il 70%
dei pensionati che stanno ritirando la pensione in questi
giorni. L’aumento a un milione varato dal Governo con la
Finanziaria che dovrebbe riguardare circa 2.200.000 ”pensionati
poveri” per ora potrà essere erogato solo a 600.000 persone.
Per gli altri 1.600.000 possibili beneficiari dell’aumento –
spiega l’Inps – bisognerà attendere almeno due mesi ma comunque
saranno pagati gli arretrati.


L’aumento a un milione (516,46 euro) della pensione a
gennaio quindi sarà pagata a quei soggetti che già
percepiscono una maggiorazione sociale e dei quali l’Inps già
conosce il reddito del nucleo familiare. Agli altri potenziali
beneficiari (70enni con reddito inferiore a 13 milioni lordi
annui esclusa la casa di proprietà o ultrasessantenni disabili)
sarà inviata una lettera nel mese di gennaio per acquisire i
dati relativi ai redditi personali e a quelli del coniuge. Per
rispondere ci sarà un mese di tempo.
L’Inps raccomanda anche massima attenzione contro i
truffatori (non è previsto -ricorda- che i pensionati siano
contatati a domicilio dai funzionari Inps) e afferma che per
qualsiasi esigenza i pensionati potranno rivolgersi direttamente
all’Istituto al numero 16464.