Contro-esodo: in movimento 4 milioni di veicoli

Sono gia’ rientrati oltre 3,5 milioni di Italiani e non con pochi disagi (a viaggiare di piu’ sono stati i Lombardi seguiti da Emiliano-Romagnoli, Piemontesi, Laziali e Veneti) dei circa 10 milioni, spalmati fra il 2 ed il 3 di gennaio. Si tratta di vacanzieri che hanno utilizzato non piu’ di 4 notti fuori casa.

Le previsioni di fine settimana del Telefono Blu, l’organismo che tutela i turisti, prevedono il rientro dei restanti 6,3 milioni, il 70% in auto, il 20% in treno ed il 10% in aereo. Le frontiere registrano il maggior traffico con quella francese per il rientro da Spagna e Francia. Gli scali piu’ trafficati Malpensa, Fiumicino, Bologna, Torino.
Esistera’ comunque anche un flusso inverso, infatti gia’ con la giornata di oggi circa 1 milione e mezzo di italiani si spostera’ per recarsi nelle localita’ di vacanza e sfruttare l’ultimo week end in direzione delle montagne. Il 50% rimarra’ per aprire le danze delle cosiddette “settimane bianche” e l’altro 50% invece tornera’. Duecentomila poi se ne andranno al caldo verso le isole.
Saranno oltre 4 milioni i veicoli (fatta la somma fra andati, tornati e ritornati) in circolazione, concentrati soprattutto nel pomeriggio-sera del giorno dell’Epifania, dice il Telefono Blu che consiglia di prestare particolare attenzione a nebbia, neve in alcune zone, e ghiaccio nelle prime ore della mattina.
Si consiglia anche di ascoltare i flussi del traffico dalle radio per non incappare in situazioni difficili. Comunque le zone piu’ trafficate saranno il confine francese, le barriere di Milano e Bologna e il Brennero. Intenso anche il traffico da Bologna a Roma sulla A1. Infine, discreto movimento sulla Roma Napoli e Salerno-Reggio Calabria. Telefono Blu inoltre invita gli automobilisti a protestare in modo fermo nei confronti della societa’ autostrade se si formeranno le file di Capodanno ai caselli per il cambio in euro. Infatti la societa’ ha appena ottenuto un rincaro dal Governo, e Telefono Blu ha proposto di ritirarlo se non vi saranno servizi efficienti.
Per i tanti italiani rientrati e per quelli che torneranno domenica il Telefono Blu ha preparato inoltre un utile decalogo, che va oltre la dieta: se in vacanza ci sono stati dei problemi non lasciate perdere i vostri diritti. Al rientro inviate una raccomandata entro 10 gg in cui contestate il non rispetto del contratto ed i disagi subiti.
Bisogna comunque aver tenuto la documentazione dei danni e delle eventuali spese aggiuntive. Scrivete una lettera semplice ma chiara ed inviatela dove avete acquistato il viaggio o parte di esso. Inviatela anche a Telefono Blu per le procedure di conciliazione. Mettersi in contatto e’ semplice basta telefonare allo 1780.080808 oppure visitare il sito www.telefonoblu.it o inviare fax 02.700.423.326, 06 233202164 .