Modena: l’as. Gallerani risponde all’indagine Aipark

Stamane alcuni organi di informazione hanno riportato i dati di una ricerca nazionale sull’offerta parcheggi delle città italiane condotta nel settembre 2000 dall’Aipark, l’associazione italiana degli operatori privati del settore. In particolare, dallo studio sembra emergere che Modena si colloca agli ultimi posti per offerta parcheggi con 674 posti a pagamento. Sul tema, di seguito, una nota dell’assessore al traffico, Nerino Gallerani.

“Con il solo intento di favorire una più corretta lettura dello studio condotto da Aipak, voglio ricordare che ogni dato come ogni graduatoria di questi prodotti, traggono origine da una analisi esclusivamente riservata ai soli posti parcheggio a pagamento. Precisato che la nostra città può contare su 2100 posti a pagamento, e non di 647 come la ricerca riferisce, credo sia quantomeno discutibile che la qualità del parcheggiare sia riconducibile esclusivamente all’offerta a pagamento. E’ solo una delle soluzioni possibili. Per quanto riguarda Modena le soluzioni a pagamento su suolo pubblico vogliono rispondere prima di tutto alla necessità di favorire la rotazione nelle zone più appetibili. Fermarsi ai posti a pagamento, poi, dimenticando ogni altro dato sull’offerta complessiva -la nostra città in questo senso raggiunge la ragguardevole quota di 11.800 posti- non giova certo ad una corretta quantificazione dei parcheggi disponibili. Più di 11 mila posti per un rapporto, numero auto-posti parcheggio, fra i più vantaggiosi a livello nazionale, destinato nei prossimi mesi a migliorare ulteriormente con l’ultimazione dei lavori per 300 posti auto a nord della stazione ferroviaria Fs, così come con la realizzazione del nuovo parcheggio Policlinico. Lavori in corso, infine, per il parcheggio Ex Opel”.