Autobrennero: ora Lunardi parla di proroga

Il presidente di Autobrennero spa Ferdinando, Willeit, ha incontrato mercoledì 6 febbraio a Roma il ministro dei Trasporti Pietro Lunardi, insieme ai sottosegretari Aldo Brancher e Giancarlo Innocenzi, nonché ai vertici di Anas. In quell’occasione Lunardi ha confermato “l’intenzione del Governo di procedere al più presto alla emanazione del decreto interministeriale” per la proroga della concessione. Questo dopo che preliminarmente sia stato risolto il contenzioso aperto dalla Commissione europea per evitare “una decisione di condanna dell’Italia da parte della Corte di Giustizia”.


“A questo punto –commenta il presidente della Provincia di Modena Graziano Pattuzzi- dobbiamo capire se credere al Lunardi 1 o al Lunardi 2, visto che qualche giorno prima il ministro aveva categoricamente ed esplicitamente escluso la proroga. Qualunque sia il “Lunardi” da prendere in considerazione – aggiunge Pattuzzi – cerchiamo di affrontare con concretezza il problema che ci sta a cuore, la realizzazione del collegamento con Sassuolo senza aspettare un’eventuale gara, lasciando da parte le polemichette locali”.

Il presidente Pattuzzi, che fa parte del consiglio di amministrazione di Autobrennero spa, fa riferimento proprio all’incontro tra Willeit e Lunardi nel quale il ministro ha invitato A22 spa ad avviare comunque “le opere previste nel piano economico – finanziario sottoscritto con atto aggiuntivo dell’Anas, prime fra tutte la Campogalliano – Sassuolo”. Per Lunardi, infatti, “l’avvio di tale opere non farebbe altro che rafforzare la posizione italiana visto che l’opera stessa appare ormai urgente e indifferibile”.