Bimba morta per rare complicazioni dopo influenza: autopsia

Una miocardite fulminante, come rara
complicanza di un’ infezione virale, probabilmente un’
influenza. E’ l’ ipotesi clinica formulata per la morte di una
bimba di otto anni, M.S., che abitava a Gaggio di Castelfranco
Emilia (Modena).


La bimba, che frequentava la terza elementare, non sembrava
soffrire di malattie congenite: nei giorni scorsi aveva iniziato
ad accusare i sintomi consueti dell’ influenza, soprattutto
febbre e astenia, ed era rimasta assente dalle lezioni. Nell’
arco di un paio di giorni la situazione e’ andata peggiorando e
la febbre ha iniziato a salire. Ieri mattina i genitori, sempre
piu’ preoccupati, hanno trasportato la bimba al pronto soccorso
pediatrico del Policlinico. ”La bambina – spiega la
professoressa Fiorella Balli, direttore del Dipartimento di
scienze ginecologiche, ostetriche e pediatriche del Policlinico
– e’ arrivata in ospedale alle 6 di ieri mattina, dopo uno
svenimento in casa. Nonostante le siano state praticate le
terapie intensive, dopo poche ore ha cessato di vivere”.
E’ stato disposto l’ esame autoptico, indispensabile per
confermare l’ ipotesi clinica. Il caso della bimba di
Castelfranco sembra essere particolarmente raro. In una nota, la
direzione del Policlinico di Modena sottolinea che, da una
consultazione con i centri regionali di cardiologia pediatrica,
”non si puo’ parlare di un aumento dell’ incidenza di
tali forme acute e fulminanti, in questi giorni di epidemia
influenzale”. Il Policlinico tende a rassicurare: ”Altre due
morti, che si sono verificate nei giorni scorsi, sono avvenute
per gravi forme di malattie di origine batterica”, dunque non
virale, come nel caso della bimba. Un piccino di 4 mesi e’ morto
nei giorni scorsi per meningite batterica fulminante, mentre un
uomo di circa 70 anni e’ deceduto a causa di sespi batterica.
La morte della bimba ha creato costernazione e grande
commozione a Gaggio di Castelfranco, dove i genitori sono molto
conosciuti: i funerali dovrebbero svolgersi lunedi’.