4° stralcio della Modena-Sassuolo: ieri 2° incontro

Si è tenuto ieri pomeriggio in municipio a Sassuolo il secondo incontro di programmazione relativo al quarto stralcio della Modena-Sassuolo urbana, già appaltato e in fase di organizzazione del cantiere.

Con il direttore dei lavori Anas, ingegner Gualandi, l’assessore provinciale alla viabilità Casalgrande, i sindaci di Sassuolo Laura Tosi, di Fiorano Egidio Pagani, di Formigine Fabrizio Righi e il vice Sindaco di Sassuolo Claudio Pistoni, si è fatto il punto sulle prime tre esigenze importanti relative all’apertura del cantiere. Il primo tema riguarda i numerosi espropri necessari, sui quali l’Anas si sta già muovendo ma ha chiesto alcune informazioni anche ai Comuni. L’ente ha spiegato con quali metodologie intende operare e nei prossimi giorni verranno interessate, a questo aspetto, anche le associazioni di categoria.
Altro punto fondamentale riguarda le “interferenze”, vale a dire la necessità di spostamento e installazione di tutte le reti dei sotto servizi (luce, gas, scarichi, telefono). La Provincia di Modena e i Comuni del Distretto si sono messi a disposizione per convocare in tempi brevi tutti gli enti e le aziende interessate e concordare un piano di lavori nelle modalità e nei tempi.
Infine una parte dettagliata della riunione ha riguardato l’effettivo funzionamento del cantiere. I Comuni interessati e la Provincia hanno chiesto all’Anas di predisporre un “crono-programma” indicativo e le metodologie d’esecuzione dei lavori intesi a salvaguardare la viabilità della zona e ad introdurre elementi che permettano di salvaguardare l’effettivo funzionamento della rete viaria anche durante i lavori. I partecipanti all’incontro si sono aggiornati al prossimo 6 marzo e in quella data, in cui verranno incontrate anche le Associazioni di Categoria de Distretto interessate alla realizzazione dell’opera, l’Anas porterà le prime indicazioni sul metodo di lavoro che intende adottare e sulle problematiche da risolvere; presentando inoltre la progettazione vera e propria dell’opera.
Nella stessa giornata si terrà, infine, un altro incontro volto a monitorare lo stato di avanzamento dei lavori sul terzo stralcio della Modena-Sassuolo.