Farmaci: quelli generici raffreddano la spesa 2001

I farmaci generici sembrano avere
ottenuto lo scopo per il quale sono stati introdotti: negli
ultimi quattro mesi del 2001 la spesa pubblica in farmaci ha
frenato grazie alla dispensazione dei medicinali a prezzo più
basso (i generici appunto che costano meno perchè hanno il
brevetto scaduto) e le altre riduzioni dei prezzi che le stesse
aziende si sono imposte per ”competere” con i prodotti in
forma generica.

Secondo gli ultimi dati della Federfarma sul
preconsuntivo 2001, a raffreddare l’andamento galoppante della
spesa dello scorso anno (+32,4% rispetto a quello precedente),
sono stati i valori medi delle ricette. Lo Stato infatti ha
sborsato lo scorso anno circa 55.600 lire a ricetta: il valore
medio da gennaio ad agosto 2001 aveva subito un aumento del
3,2%. Ma con l’arrivo dei generici il costo medio è sceso, fino
a toccare nel dicembre scorso un -6,1%.