Smog: aumentano i valori, attesa per il week-end

Tra lunedì e martedì alcune centraline, sia a Modena che a Reggio Emilia, hanno visto superata la soglia di attenzione. A questo punto torna a farsi concreta l’ipotesi targhe alterne.
……………………………………………Situazione

L’altro ieri, due centraline su tre hanno superato la soglia di attenzione nella concentrazione delle micropolveri nell’aria: 48 in via Nonantolana a Modena e 44 a Carpi; mentre piazza XX Settembre è rimasta ferma a 31. A Reggio Emilia, dalle ore 7 di ieri, martedì, alle ore 7 di questa mattina, l’Arpa ha rilevato un ulteriore, deciso aumento dei valori di particelle sospese sia fini che totali, mentre non si registrano grandi variazioni per gli altri inquinanti.
Nel detaglio le polveri fini PM10 hanno raggiunto i s 70 microgrammi/m3 in Viale Risorgimento, 96 in Viale Timavo, 39 a San Lazzaro; il benzene è stabile a 7.4 (+0.2) in Viale Timavo; le particelle totali sospese ulteriormente aumentate superando il limite di 150 microgrammi in Via XX settembre e a Sant’Ilario. Stabili i valori di biossido di azoto, in calo il monossido di carbonio e i valori di ozono a causa della diminuzione dell’irraggiamento solare.
Tuttto ciò significa che, se la situazione non migliorerà, aiutata da un’eventuale perturbazione meteorologica, le targhe alterne per il prossimo fine settimana sono quasi certe. Per quanto riguarda la provincia di Modena, la decisione ufficiale sarà presa soltanto domani dall’assessore provinciale all’ambiente Giovanelli e dai sindaci.