I commenti alla manifestazione di ieri

Ecco una carrellata di commenti alla
manifestazione della Cgil a Roma:


– VITTORIO AGNOLETTO (leader Social Forum): ”Quella di oggi e’
una grande manifestazione e il merito e’ anche del movimento di
Genova”.

– FAUSTO BERTINOTTI (segretario Rifondazione comunista): ”Si
apre la strada alla possibilita’ di una vittoria e che quindi
Berlusconi possa perdere”.

– MICHELE BONATESTA (direzione nazionale AN): ”Tre milioni? E
perche’ cosi’ pochi? In quel catino ci saranno stati almeno 5
milioni di persone. Ma che diciamo, almeno 10, 20, 30 milioni di
persone. E la nostra e’ una stima per difetto…””.

– SANDRO BONDI (Responsabile dei dipartimenti di FI): ”La
manifestazione della Cgil celebra il piu’ grande e fantastico
sovvertimento della realta’ delle cose”.

– ANDREA CAMILLERI (scrittore): ”Valeva la pena di farmi
operare agli occhi per vedere questa bellezza di bandiere rosse
che non vedevo da tanto tempo”.

– ARMANDO COSSUTTA (presidente del Pdci): ”E’ stato un
discorso bello e limpido. Cofferati e’ molto, molto bravo”.

– BOBO CRAXI (segretario del Nuovo Psi): ”Lo statuto dei
lavoratori, conquista socialista e riformista per eccellenza,
puo’ essere rinnovato o rafforzato, non abrogato”.

– MASSIMO D’ALEMA (presidente dei Ds): ”Quella che sta facendo
il governo sull’art. 18 e’ una battaglia simbolica che si
rivolge contro il sindacato e io penso che saranno sconfitti”.

– OLGA D’ANTONA (vedova di Massimo D’Antona): ”Vivo questa
manifestazione con forte intensita’. E’ una giornata con un
doppio valore: quello della difesa dei diritti del lavoro e
quello della risposta democratica contro il terrorismo”.

– ANTONIO DI PIETRO (leader dell’Italia dei Valori): ”La
risposta giusta, al momento giusto, contro un governo
ingiusto”.

– PIERO FASSINO (segretario Ds): ”Sta nascendo un grande
movimento di opposizione. Cofferati ha fatto un discorso
forte”.

– SABRINA FERILLI (attrice): ”Abbiamo sempre avuto un’Italia
democratica che ha accolto le manifestazioni. Ora sembra che chi
manifesta sia stato un terrorista”.

– GIULIANO FERRARA (direttore de ‘Il Foglio’): Quella di oggi
”e’ una piazza schierata a favore della conservazione”.

– PIETRO FOLENA (esponente ‘correntone’ Ds): ”E’ una
manifestazione senza precedenti e credo che qui ci siano anche
molti che hanno votato per il centrodestra”.

– MAURIZIO GASPARRI (ministro delle Comunicazione): ”Con i 15
milioni di euro che hanno speso, tolti dalle tasche dei
lavoratori, potevano aprire una fabbrica a Catanzaro”.

– MASSIMO GHINI (attore): ”Sono qui per lo stesso motivo per
il quale sono qui oltre 2 milioni di persone: testimoniare
contro il terrorismo e in difesa della democrazia”.

– GIULIANO GIULIANI (padre di Carlo Giuliani): al Circo Massimo
oggi ”c’e’ la parte sana, bella e onesta del Paese”.

– SABINA GUZZANTI (attrice):”Smaccata la coincidenza tra l’
omicidio di Marco Biagi e la manifestazione. Le accuse della
Destra al sindacato sono violente: fanno venire voglia di
scendere in piazza”.

– PIETRO INGRAO (padre storico della sinistra): La
manifestazione Cgil e’ ”la piu’ grande mai vista a Roma”.

– LIONEL JOSPIN (primo ministro francese): ”Nulla
giustifica il terrorismo in una democrazia e noi siamo accanto
ai nostri amici italiani come eravamo e siamo accanto ai nostri
amici spagnoli contro l’ETA”.

– ANTONIO MARZANO (ministro per le Attivita’ Produttive): La
Cgil sostiene di aver portato in piazza oltre due milioni di
persone ma questi numeri non condizioneranno il confronto con le
parti sociali.

– NANNI MORETTI (regista): ”Una bellissima giornata, anche se
non poteva essere di festa perche’ e’ stata ammazzata una
persona”.

– ARTURO PARISI (vicepresidente nazionale della Margherita) La
critica al governo sull’art. 18 e’ netta e ”per questo abbiamo
fatto sentire oggi la nostra presenza a Roma, attraverso la
partecipazione di Rutelli, che era li’ come leader dell’Ulivo ma
anche della Margherita”.

– STEFANO PARISI (direttore generale di Confindustria): Una
”manifestazione contro le idee di Marco Biagi”.

– ALFONSO PECORARO SCANIO (presidente dei Verdi): ”Il discorso
e’ andato benissimo. Cofferati e’ davvero uno dei grandi leader
del centrosinistra. Rappresenta l’altra Italia che vogliamo”.

– SAVINO PEZZOTTA (segretario della Cisl): ”E’ una
manifestazione di parte. Aveva proposto di sospenderla per farne
una unitaria”. ”Una brutta giornata per il sindacato”.

– MAURIZIO SACCONI (sottosegretario al Welfare): ”Un brutto
giorno quello in cui si manifesta contro le idee di Marco Biagi
il cui Libro Bianco la Cgil ha definito un ‘Libro limaccioso”’.

– GIULIO TREMONTI (ministro dell’Economia): ‘Una grande prova
di forza soprattutto dentro la sinistra. Hanno vinto Cofferati,
Bertinotti e Agnoletto, hanno perso Fassino, Rutelli e D’Alema
che sembrano un po’ come i capretti che si preparano per
Pasqua”.

– ANTONIO TAJANI (parlamentare europeo di FI) : ”Tre milioni
in piazza? Una bufala…

– WALTER VELTRONI (sindaco di Roma):”Questa manifestazione
sara’ una cosa importante per tutta la democrazia, non solo per
la Cgil”.

– LUCIANO VIOLANTE (capogruppo Ds alla Camera): ”Il progetto
del governo non e’ riformista perche’ riduce i diritti e non li
aumenta”.