Pasqua: il calendario modenese

Di scelta in scelta il periodo di
Pasqua nel modenese. E si comincia venerdi’ a Saltino di Prignano con la Via Crucis. La manifestazione con cadenza triennale giunge all’ ottava edizione e insieme a quella di Frassinoro e’ la piu’ significativa rappresentazione sacra della provincia.

In dodici quadri proposti da 200 attori in costumi d’ epoca, vengono rappresentate la passione e la crocifissione di Cristo, l’ ultima cena e la resurrezione. Si svolgera’ in un teatro naturale che e’ la strada tortuosa e in salita che parte dalla strada Provinciale fino alla chiesa locale. La strada verra’ illuminata in modo da ottenere un contrasto di luci creato da innumerevoli lumini, torce e fari. L’ inizio è previsto alle ore 21.
Da una tradizione all’ altra e cosi’ nel giorno di Pasqua e Pasquetta ritorna il tradizionale gioco con le uova sode colorate nei paesi dell’ Appennino. Il gioco prevede che due contendenti picchino tra loro le punta delle uova e il possessore dell’ uovo che si rompe per primo ‘cocciato’ deve cedere il proprio al vincitore. Domenica le sfide si terranno a Fiumalbo, Frassinoro e Pievepelago. Lunedi’ invece sono previste a Fanano, Lama, Sestola, Riolunato.

A Sassuolo domani sera e’ poi fissata la solenne processione del giovedi’ santo con il sacro tronco. Il Crocefisso conservato nella chiesa di San Francesco verra’ portato in spalla lungo le vie del centro, mentre in piazza ci saranno le bancarelle con i tiramolla, i tipici dolcetti pasquali fatti di zucchero.

Anche a Fiumalbo venerdi’ sera e’ prevista la tradizionale celebrazione liturgica con la Processione delle Confraternite dei Bianchi e dei Rossi alle ore 20.30. I partecipanti sono vestiti con i tradizionali costumi raffiguranti gli stendardi e portano luminarie a fiamma.

Tra gli appuntamenti culturali, all’ assessorato provinciale al turismo indicano poi alla Galleria civica di Modena, fino al 21 aprile, la personale del fotografo reggiano Bruno Cattani. In parete trenta scatti da polaroid inediti dell’ ultimo lustro dedicati ai volti e ai corpi del passato in una originale reinterpretazione della vita silente dei musei archeologici nella Sala Piccola di Palazzo Santa Margherita.
Ancora, fino al 5 maggio, in programma quindi la rassegna ”Fotografia e design: l’ immagine Alessi” con i prodotti di uno dei piu’ noti marchi del design internazionale interpretati da alcuni dei maggiori fotografi italiani del dopoguerra a Palazzo Santa Margherita.
Inoltre, fino al 9 giugno, Peter Phillips, prima antologica italiana di uno dei protagonisti della stagione pop. Attraverso 25 opere di grande formato viene ripercorsa la vicenda creativa di Phillips dagli esordi avvenuti nella Londra dei primi anni ’60, alle tele piu’ recenti caratterizzate da una accesa e originale visionarieta’. Mostra alla Palazzina dei Giardini Pubblici.
Fino al 5 maggio in programma ancora la Rassegna video, presso la Sala Piccola di Palazzo Santa Margherita a Modena e la Sala Colonne di Nonantola, dedicata a Franco Vaccari uno dei primi video artisti italiani, presente per ben 4 volte alla Biennale di Venezia. A Nonantola in particolare vengono presentati materiali fotografici, diaproiezioni e video intastallazioni; a Modena invece viene presentata la rassegna video con opere come il primissimo ‘La placenta azzurra’ fino al piu’ recente video ‘La via Emilia e’ un aeroporto’.
Si aggiunge, fino al 5 maggio, nella sala ex poste del Palazzo dei Pio a Carpi, la mostra su ‘Carlo Grossi pittore liberty tra Emilia e Lombardia’. Info tel. 059/649298. In esposizione una rassegna di tele datate dal 1880 al 1930 che ricostruiscono un itinerario artistico che parte dall’ accurata definizione del gusto neofiammingo per approdare a uno stile dal tratto morbido e soffuso a una pittura intimistica, da salotto borghese, poeticamente evocativa.

Infine, da segnalare la 33/a Festa dei ciliegi a Vignola, con la fiera, dal 6 al 14 nell’ area del vecchio mercato ortofrutticolo; dal 6 al 21 la mostra di pittura estemporaneo di Pier Paolo Germano Tassi; ancora, l’ 1-6-7-13-14 mercatino degli scambi nel centro; il 7 e il 14 sfilata dei carri fioriti nelle vie, alle ore 15, e mercato ambulante; il 21 poi rievocazione storica nelle vie del centro.

E non manca, a chiusura del calendario pasquale, ‘Modena terra di motori’. Rombano infatti i motori modenesi durante i fine settimana di aprile ed in particolare il 6 e 7 e’ fissato il III Concorso d’ eleganza per auto storiche con partenza da Salvarola Terme a Sassuolo e arrivo in piazza Grande a Modena.
Nel secondo week end poi esposizione di auto gran turismo in piazza Grande e nei giorni 20 e 21 l’ evento clou della manifestazione il 1° Historic Challenge, gara di auto sportive d’ epoca nell’ anello del Parco Novi Sad e inoltre mostra fotografica sull’ automobilismo dalla nascita fino ad oggi nelle vetrine del centro e nel Caffe’ Concerto e per finire una iniziativa dell Aci per i bambini.