‘Modena terra di motori’ è al nastro di partenza

Prendera’ il via sabato e si articolera’ nei prossimi tre fine settimana (6-7, 13-14 e 20-21 aprile) la terza edizione di ”Modena Terra di motori”, la manifestazione che celebra Modena quale capitale dell’auto e della tecnologia collegata: Ferrari, Maserati, De Tomaso, Pagani, B. Engineering con la Edonis, oltre alla vicina Lamborghini, sono infatti alcune delle firme che fanno grande il nome della provincia nel settore motoristico.

L’ edizione 2002 di ‘Terra dei motori’ (promossa da Comune, Camera di commercio, Regione e Provincia) avra’ come filo conduttore il tema delle gare automobilistiche a Modena, con particolare riferimento ai primi decenni del secolo, quando la citta’ era sede di appuntamenti agonistici, come oggi sono Imola e Monza.
Nei tre week end della manifestazione, in piazza Grande, a fianco del Duomo romanico, verranno esposti gli ultimi modelli Gran Turismo prodotti dalle case automobilistiche che operano sul territorio modenese: in altre piazze saranno in mostra modelli di auto (Ferrari e Maserati degli anni ’50) e di moto storiche (prodotte a Modena dal 1910 al 1960), e altre vetture di fascino, in collaborazione con il museo dell’ automobile di Torino.
Il 20 e 21 aprile al parco Novi Sad si terra’ la prima edizione di ”Modena historic challenge”, gara di regolarita’ a tempo per auto sportive d’epoca, con 50 vetture su un vero ‘circuito’ cittadino ricostruito per l’ occasione.
Il 6 e 7 aprile a Salvarola Terme, presso Sassuolo, e’ in programma il 3/o Concours d’ elegance di auto storiche.
Al Caffe’ concerto di Modena e in vari negozi del centro sara’ allestita un’ ampia mostra storica su ”I pionieri della velocita’ ”, con immagini legate all’ automobilismo sportivo a Modena fra il 1909 e il 1950. La ”festa dei motori” si completera’ con iniziative promozionali e didattiche, oltre che con convegni dedicati alla componentistica e alla ”motorvalley, il distretto del motore sportivo”.