Modena: fabbisogno di sangue in forte crescita

La provincia di Modena potrebbe perdere l’autosufficienza nella disponibilità di sangue per gli ospedali. La preoccupazione è espressa dall’Avis provinciale, che domani celebrala sua assemblea.

Da gennaio a marzo 2002, infatti, l’Avis provinciale ha registrato un calo delle donazioni pari al 2,91%. Nel 2001, inoltre, non si sono avuti sensibili incrementi rispetto al 2000.

In parallelo, il fabbisogno di sangue nella provincia di Modena è in fortissima crescita (+ 11% nel 2001), con una punta del 27,74% per il Policlinico di Modena, anche in correlazione all’attività del centro trapianti. La situazione regionale, sottolineano i responsabili dell’Avis modenese, è in tutto simile a quella modenese.