Modena: telefonia mobile, 45 richieste dei gestori

Sono 45 i nuovi impianti fissi di telefonia mobile la cui installazione è stata richiesta dai gestori di rete nel territorio del Comune di Modena per il 2002. A questi sono da aggiungere altri 18 impianti che costituiscono code della programmazione 2001 e altre 8 code della programmazione 2000.

In totale siamo dunque di fronte a 71 richieste che, da sabato sono affisse all’Albo pretorio per 45 giorni, di modo che sia possibile da parte dei cittadini interessati, o anche da parte di soggetti come associazioni e comitati, esprimere osservazioni che dovranno essere valutate prima di concedere l’autorizzazione. La pubblicazione del programma di installazioni, che costituisce un obbligo sulla base della Legge regionale in materia, è corredata da mappe relative alla localizzazione puntuale degli impianti oltre che dalla documentazione tecnica progettuale sulle singole installazioni, comprendente la valutazione dei campi elettromagnetici in corrispondenza dei recettori vicini. L’avviso di pubblicazione è affisso all’Albo Pretorio presso l’Informacittà in piazza Grande e il materiale è disponibile presso l’ufficio del Protocollo generale, sempre nella sede municipale di piazza Grande. E’ importante sottolineare che il Programma costituisce solamente l’insieme delle richieste dei gestori che poi saranno sottoposte a istruttoria per quanto attiene agli aspetti urbanistici, ambientali e sanitari. In tal senso andranno acquisiti, per ogni singolo impianto, i pareri di Arpa, Asl e dei competenti settori dell’Amministrazione comunale. Solo al termine, ed anche vagliate le eventuali osservazioni presentate da cittadini e associazioni, si provvederà a concedere o respingere la richiesta di autorizzazione, nel pieno rispetto dell’iter fissato dal regolamento approvato all’unanimità dal Consiglio comunale lo scorso anno. E’ da ricordare come per il piano di copertura 2001, a fronte di 40 richieste da parte dei gestori, vennero alla fine concesse solamente 21 autorizzazioni. Ritornando alle richieste relative al 2002, queste sono state 15 da parte di Omnitel (di cui 2 microcelle), 7 di Tim (di cui 1 microcella), 11 di Wind (di cui 4 microcelle e 1 ponte radio) e 13 di H3G. Quanto agli altri impianti che saranno pubblicati, come indicato all’inizio di questa nota, si tratta di code della pianificazione 2001 e 2000. I gestori infatti, oltre alla richiesta di siti puntuali (cioè per i quali è già definito un indirizzo preciso e quindi c’è già una intesa col proprietario dell’area o dello stabile interessato) possono presentare, così come previsto dalla legge regionale e dal Regolamento comunale, anche un elenco di aree di ricerca, cioè di zone di città in cui potrebbe poi emergere la necessità, per il gestore stesso, di arrivare ad una installazione puntuale. I 18 impianti coda della pianificazione 2001 rientrano in questa tipologia, sono cioè situazioni in cui i gestori sono passati da una generica area di ricerca ad una indicazione puntuale, che viene ora sottoposta al regolare iter approvativo. Le 18 proposte sono così suddivise: 5 di Omnitel, 7 di Tim (sono tutte microcelle) e 6 di H3G. Gli 8 impianti pendenza della programmazione 2000, sono 1 di Tim, 1 di Wind, 6 di Blu. Ricordiamo che le microcelle sono degli impianti di dimensioni ridotte, montati non su pali ed utilizzati prevalentemente in centro storico Per ulteriori informazioni sul tema degli impianti per la telefonia mobile, i cittadini possono rivolgersi all’apposito ufficio dell’Amministrazione comunale che risponde al numero telefonico 059-200559, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11.