Lunardi boccia terza corsia sulla Brennero

Il ministro dei trasporti Pietro Lunardi boccia seccamente l’ ipotesi avanzata da una parte del
mondo degli autotrasportatori di creare una terza corsia lungo l’autostrada del Brennero.


”Viste le condizioni morfologiche e orografiche in cui e’ nata l’ autostrada del Brennero – ha osservato il ministro a Verona a margine di Transpotec, il salone internazionale dei
trasporti su strada – e’ impossibile fare una terza corsia.
Allora sarebbe meglio fare un’ altra autostrada, cosa oggi fuori del pensabile. Quindi e’ giusto continuare a potenziare la ferrovia e favorire i finanziamenti incrociati tra sistema autostradale e ferrovia”.
Il ministro ha quindi rilanciato la necessita’ di realizzare nuove infrastrutture e, a chi gli chiedeva come si potessero conciliare nuovi investimenti con la riduzione delle tasse, Lunardi ha risposto sostenendo che ”lo Stato non tirera’ fuori una lira”: ”Abbiamo creato ad hoc una nuova societa’, la Infrastrutture Spa, che deve raccogliere i fondi delle casse depositi e prestiti, pari a 150 mila miliardi oltre a quelli delle fondazioni bancarie, con una cassa a parte che non gravera’ sul bilancio dello Stato”.