Sassuolo: trattamenti antiparassitari su vie alberate

Sono in corso i trattamenti antiparassitari sulle piante dei viali cittadini. Se ne occupa la Sat, nell’ambito del Global Service. Il primo trattamento, contro la Cameraria Ohridella, è stato già effettuato, prima dei tempi tradizionali a causa della stagione calda anticipata che aveva favorito lo sviluppo del parassita.

Sono stati irrorati gli ippocastani (soggetti a questo tipo di organismo) in via San Pio X, via San Benedetto, nel parco di via Fornace, via Legnago, via Mantova, via Venezia, via Palermo e largo Tassi.
Dalla metà di maggio fino alla metà di giugno l’ufficio ambiente comunale ha fissato il calendario di interventi contro altri parassiti: la Tingide del platano e la Metcalfa, che interessa aceri negundo, tigli e lecci.
Saranno interessate da questi trattamenti numerose vie: Vecchi, Frescobaldi, Zandonai, Paisiello, Lulli, Cilea, Mascagni, Amendola, San Lorenzo per i tigli; Stradella, Clementi, Albinoni, Gabrielli, Bononcini, Milano, Firenze, Brescia, Lucca, San Marco, San Carlo, San Paolo, Peschiera, Cinque giornate, Castelfidardo, Moncalieri, Case Buccelli, Socche, Pio XII, Bondi per gli aceri negundo; Torino, Taormina, Siena, Palestro, Bari per platani e lecci.
Prima del giorno di irrorazione verranno installati appositi cartelli segnaletici e avvertiti i residenti tramite volantinaggio: è infatti consigliabile nel momento in cui viene distribuito l’antiparassitario, tenere chiuse le finestre, coprire con materiale impermeabile ortaggi e frutta, non parcheggiare i veicoli sotto gli alberi.
In caso di pioggia i trattamenti verranno posticipati al primo giorno utile. Non è infatti possibile rinviarli oltre un certo termine, perché sarebbero inutili ai fini terapeutici della pianta.