Modena: spacciatore acciuffato, risparmi in banca

Aveva fatto dello spaccio una fonte di reddito cospicua; diversi milioni di lire, accumulati in banca e registrati su un libretto di risparmio.

Un agente della polizia municipale, che da tempo lo stava tenendo d’occhio, ha messo la parola fine alla sua fiorente attività. Lo spacciatore in questione è un marocchino trentenne, clandestino con residenza in via Attiraglio, già fermato più volte in città; in tutte le occasioni aveva fornito generalità e nazionalità diverse. Durante una perquisizione presso la residenza dell’uomo, sono comparsi passaporto e carta d’identità originali del malvivente, oltre al libretto nominale dove periodicamente venivano versati i proventi dei suoi affari.