Modena: ”scuola-sport”, mille studenti in festa

Un sabato decisamente fuori dalla consuetudine quello che attende un migliaio di studenti -1100 per la precisione- del quinto anno di 24 scuole elementari modenesi.

Domani, infatti, dalle 9 alle 12,30 il Parco Amendola sud sarà trasformato in un immensa palestra, e non solo, per la festa finale del progetto” Scuola Sport”, realizzato dall’Assessorato allo Sport del Comune di Modena, Ufficio Scolastico Regionale Emilia Romagna CSA di Modena, Coni – Comitato provinciale di Modena, AICS, CSI e UISP, il patrocinio della Regione Emilia Romagna e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Grazie a “Scuola Sport” i giovani alunni avranno a disposizione un’intera mattinata per conoscere direttamente 43 discipline sportive. Nel corso della festa i ragazzi potranno praticare, giocando, molti sport che durante l’anno scolastico hanno conosciuto grazie ai tecnici che sono intervenuti regolarmente nelle diverse scuole. La regia dell’appuntamento prevede che i partecipanti, divisi in 90 squadre accompagnate da istruttori qualificati e preparati per questo compito e da studenti del liceo Psicopedagogico Sigonio, ogni 20 minuti ruoteranno nei vari settori in cui è stato diviso il parco per toccare con mano il variegato mondo dello sport modenese. Quarantatrè le discipline che hanno aderito all’iniziativa (dieci in più della passata edizione): aeromodellismo, arrampicata, atletica leggera, baseball, bocce, canoa, ciclismo, equitazione,ginnastica artistica, calcio, judo, karate, hockey e pattinaggio,, hockey su prato, lotta, motonautica, nuoto, palacanestro, pallamano, pallavolo, pentathlon moderno, pesca sportiva, pugilato, rugby, scherma sci, skate, sport disabili, tennis, tennis tavolo, tico con l’arco, tai Ci Quan, windsurf, aerobica, ruzzola e pallatamburello. L’iniziativa in programma nel polmone verde cittadino è il momento conclusivo di un progetto che ha coinvolto oltre 6 mila studenti del primo segmento della scuola dell’obbligo e circa 350 loro insegnanti. Lo scopo del progetto è offrire agli insegnanti delle scuole elementari cittadine un contributo scientifico per un corretto approccio all’educazione motoria, materia scolastica presente a pieno titolo nei nuovi programmi didattici ministeriali.