Modena: padre accoltella figlio, convalidato arresto

E’ stato convalidato l’arresto del medico romano che sabato ha accoltellato il figlio di 17 anni ricoverato al Policlinico di Modena in attesa di un trapianto di intestino. La decisione è stata presa dal gip Domenico Truppa, che ha anche disposto una perizia psichiatrica.

Il medico, accusato di tentato omicidio, resta quindi nella sezione carceraria del Policlinico dove si trova da sabato. L’uomo ha detto al magistrato di aver colpito il figlio sopraffatto dalla disperazione, perché non sopportava più di vederlo soffrire nonostante il professor Antonio Daniele Pinna, che dirige il centro trapianti del fegato e multiviscerale di Modena, l’avesse rassicurato dicendogli che il ragazzo sarebbe potuto tornare a una vita sostanzialmente normale. Il giovane, intanto, è tornato nel reparto di degenza del centro trapianti per concludere la terapia antibiotica che stava seguendo dopo essere stato colpito la settimana scorsa da un’infezione sistemica. Proprio l’infezione aveva costretto i medici a sospendere il paziente dalla lista dei trapianti, e forse anche questo evento aveva dilatato le angosce del padre. Dalla prossima settimana il ragazzo rientrerà a pieno titolo nella lista e sarà sottoposto al trapianto non appena si troverà un intestino compatibile.