Serate estensi a Modena

Tornano il prossimo giovedì, fino alla fine del mese, le “Serate Estensi”, rievocazioni storiche del periodo ducale che quest’anno avranno come tema centrale la musica.

Una mostra sarà infatti visitabile per tutta la durata della manifestazione, in quattro sedi espositive: il Palazzo comunale, la galleria Estense, il Caffè concerto di piazza Grande e il centro commerciale La Rotonda. “Musica a Corte e in collezione” il titolo della rassegna dedicata ad antichi strumenti a pizzico, a fiato e a tastiera che vedrà accostati a quelli di Casa d’Este, sette preziosi pezzi del sedicesimo e diciassettesimo secolo, la collezione storica del liutaio modenese Lorenzo Frignani ed altri strumenti provenienti da collezioni private. Musica non solo ‘da vedere’ ma anche da ascoltare. Proprio nel giorno inaugurale, nella chiesa di Sant’Agostino a ingresso libero, si terrà un concerto del violinista Pavel Vernikov e dell’Ensemble ‘Incontro di solisti’. Vivaldi e Bach nel programma della serata introdotta da letture dell’attrice Franca Lovino e preceduta da un corteo in costume, curato dai gruppi ‘Nobili Estensi’ e ‘Invito a corte-King Studio’. Un secondo concerto si terrà all’auditorium del San Carlo mercoledì 26 e un terzo nel parco di Villa Igea giovedì 27. Musica a parte le ‘Serate’, presentate ieri in un incontro con sindaco, assessore allo Sport, presidente della Provincia, questore ed altre autorità oltre a rappresentanti degli sponsor e di tutti i soggetti che partecipano alla realizzazione degli eventi, riserveranno ai modenesi appuntamenti diventati tradizionali come ‘La grande sfida estense’ di venerdì 21 che vedrà in gara Modena, Finale Emilia, San Felice sul Panaro e Savignano per la conquista della Secchia Rapita; il ‘Mercato estense’ che, sabato 22 in piazza Grande, riporterà sui banchi antichi mestieri e tra i banchi maschere e personaggi modenesi, seguito in serata dal ‘Banchetto della Nobile Casa d’Este’ e dal ‘Banchetto popolare’. Giovedì 27 lo spettacolo si trasferirà all’ippodromo della Ghirlandina dove ad ogni corsa sarà legato un ‘premio estense’. La sera dopo sarà la volta della partita di calcio storico al parco Novi Sad seguita da un concerto per fuochi d’artificio; il sabato della giostra della quintana, sempre al Novi Sad, seguita da uno spettacolo di ‘Fantasia equestre dei cavalieri della giostra di Brescia. Domenica 30 infine festa di chiusura in piazza Grande. «L’edizione 2002 – come ha spiegato Maria Carafoli responsabile dell’organizzazione, si è arricchita inoltre di novità quali 150 costumi inediti portati dalla King Studio di Mantova, un concorso per il miglior stilista estense (già arrivati 150 elaborati) e un libro, su questa e sulle edizioni passate, realizzato con le immagini scattate dai principali fotografi modenesi.

Programma