Modena: festival bande militari, proseguono i lavori

Sono iniziati in piazza Roma i lavori per il montaggio della grande tribuna da 3 mila posti che ospiterà il pubblico del Festival internazionale delle bande militari. L’allestimento sarà completato venerdì 5 luglio, in tempo per la prima edizione di Rataplan, il meeting dei gruppi musicali giovanili che quest’anno darà ufficialmente il via all’undicesimo Military Tattoo.

Seicentocinquanta giovani strumenti di 22 scuole di musica dell’Emilia Romagna suoneranno infatti sabato 6 luglio dalle 17.30 alle 19.30 nelle piazze del centro storico di Modena e si esibiranno insieme in un concerto finale gratuito in programma alle 21 in piazza Roma (informazioni per il pubblico al numero 059 200010 e al sito internet www.comune.modena.it/bandemilitari). Lunedì inizierà nel Cortile d’onore del Palazzo ducale anche il montaggio del palcoscenico di 400 metri quadrati che ospiterà le bande militari in occasione del concerto di mercoledì 10 e del concerto di gala di venerdì 12 luglio. Prosegue intanto alla biglietteria del Teatro Comunale, in corso Canalgrande, la vendita e la distribuzione dei tagliandi per gli spettacoli in piazza Roma di martedì 9, giovedì 11 e sabato 13 luglio alle 21 e per il concerto di mercoledì 10 luglio alle 21 nel cortile d’onore del Palazzo ducale (l’ingresso costa 8 euro, ma è gratuito per i ragazzi fino ai 15 anni e per gli anziani a partire dai 65, che devono comunque ritirare il ticket omaggio). I biglietti a pagamento e quelli gratuiti – finora ne sono stati distribuiti oltre 3 mila – si possono acquistare e ritirare alla biglietteria del Teatro (tel. 059/200010-200020) dal lunedì al sabato dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 19. All’undicesima edizione del Festival, organizzato dal Comune, dall’Accademia militare, dalla Fondazione Teatro Comunale e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, partecipano la Banda della Sesta flotta della Marina degli Stati Uniti, la Banda dei Lancieri Reali della Gran Bretagna, la Banda della Polizia centrale del Ministero degli Affari interni della Bielorussia, l’Orchestra delle Forze Armate della Slovenia, la Banda delle Forze Armate di Malta e la Banda italiana della Brigata Artiglieria Contraerea.