Una settimana per Festival Bande militari

Prendera’ il via a Modena sabato prossimo, per concludersi il 13, l’ undicesima edizione del Festival internazionale delle bande militari, promosso dal Comune di Modena, dall’ Accademia militare, dalla Fondazione Teatro Comunale e dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena.
Info allo 059/200020.


Oltre mille artisti (fra gruppi giovanili, bande militari e coristi) formeranno l’ insolito ‘esercito’ che per una settimana invadera’ pacificamente il centro storico di Modena, con concerti di musica classica, spettacoli di evoluzioni e caroselli, e parate anche notturne.
Si tratta – notano i promotori – dell’ unico ‘military tattoo’ (festival di bande militari) che si tiene in Italia e uno dei principali in ambito europeo. Per il festival di quest’ anno, le formazioni protagoniste arrivano dall’ Italia (Banda della Brigata artiglieria contraerea), dalla Bielorussia (Banda della Polizia centrale del Ministero degli affari interni), dal Regno Unito (Banda dei Lancieri Reali), da Malta (Banda delle Forze armate), dalla Slovenia (Orchestra delle Forze armate) e dagli Stati Uniti (Banda della Sesta flotta della Marina).
Le bande sono composte da militari in uniforme, che spesso sono veri musicisti, con alle spalle studi di conservatorio e preparazione specifica. Terranno svariati concerti, in piazza Roma, di fronte al Palazzo Ducale (9, 11 e 13 luglio), e nel cortile d’ onore dell’ Accademia (10 e 12 luglio), con alcune puntate lunedi’ 8 in vari Comuni della provincia.
Durante tutta la settimana, sara’ possibile anche visitare il Palazzo Ducale (prenotazioni presso Modenatur, 059/220022), e una mostra, ”Fotofestival”, allestita presso il teatro Comunale e dedicata alla precedente edizione della rassegna.
Novita’ di quest’ anno e’ la prima edizione di ‘Rataplan’, meeting dei gruppi musicali giovanili, che si terra’ sabato prossimo, come anteprima del festival.
Solo in Emilia Romagna sono circa 130 i complessi giovanili e le scuole di formazione musicale: a ‘Rataplan’, centinaia di ragazzi (provenienti anche da Trento e da Frosinone, da Ascoli Piceno e da Mantova) terranno vari concerti nel pomeriggio, in piazze del centro, poi a sera si riuniranno in piazza Roma per uno spettacolo finale. Il tutto, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna.