Decalogo contro gli sprechi d’acqua

Un decalogo dell’acqua: e’ quello che Meta e il Comune di Modena hanno proposto ai cittadini per utilizzare in modo corretto una risorsa preziosa, evitando gli sprechi e limitando i costi. Il rischio di crisi idrica e’ infatti in agguato soprattutto a stagione estiva avviata, quando diminuiscono le disponibilita’, a causa delle scarse precipitazioni atmosferiche, e aumentano i consumi per la presenza di turisti.


A Modena, ad esempio, lo scorso anno nel trimestre estivo (giugno – agosto) il consumo è aumentato del 18%.

Ecco dunque cosa fare per evitare gli sprechi:
– non dimenticare mai di controllare l’impianto idrico domestico. Un rubinetto che gocciola puo’ far sprecare fino a 4.000 litri d’acqua in un anno, un W.C. che perde puo’ arrivare addirittura a consumare fino a 100 litri d’acqua al giorno. In questi casi spesso basta semplicemente cambiare una guarnizione;

– quando si va in ferie e’ buona norma chiudere la valvola centrale dell’acqua, anche per evitare rotture impreviste nell’ impianto idraulico;
– l’utilizzo del water, responsabile del 30% dei consumi domestici d’acqua e’ da tenere sotto controllo. Un sistema di erogazione per lo scarico del WC a quantita’ differenziata fa infatti risparmiare da 20.000 a 26.000 litri all’anno;
– uso degli elettrodomestici: e’ sempre consigliabile far funzionare lavatrice e lavastoviglie a pieno carico: in questo modo si possono risparmiare dagli 8.000 agli 11.000 litri all’ anno. Inoltre le temperature: a 30 gradi si consuma meno della meta’ dell’acqua che a 90 gradi;
– non ”aspettare” che l’acqua si scaldi facendola scorrere: con un intervento di isolamento termico delle tubature e’ possibile evitare questa dispersione;

– applicare un frangiflutti al rubinetto arricchisce il getto d’aria e riduce la fuoriuscita dell’acqua. Il risparmio che si puo’ ottenere e’ di 6.000 litri all’anno per ogni famiglia;

– e’ preferibile fare la doccia anziche’ il bagno: e’ piu’ veloce e fa risparmiare fino a 100 litri d’acqua alla volta.

– quando ci si lavano i denti non e’ necessario tenere sempre il rubinetto aperto. Meglio utilizzare lo spazzolino inumidito col solo dentifricio e risciacquare soltanto alla fine;

– per farsi la barba basta riempire il lavandino d’acqua, chiudendolo col tappo, e poi lasciarla scorrere alla fine;
– e’ bene ricordare che a volte l’acqua che usiamo in casa puo’ essere riutilizzata. Dopo aver lavato frutta e verdura possiamo riutilizzare l’acqua per innaffiare le piante. Oppure e’ utile sapere che l’acqua di cottura della pasta e’ un ottimo sgrassante e permette di lavare le stoviglie senza ricorrere ad un uso esagerato del detersivo.