Cogne: parlano Nadalini e Mantovani

”Siamo felici per Anna Maria Franzoni. Speriamo che il figlio lo abbiano fatto solo per la gioia di essere genitori”. Roberto Nadalini e Paola Mantovani, i genitori di Modena che hanno perso il figlio Matteo e per la cui uccisione la signora Mantovani e’ indagata, ieri sera hanno seguito insieme la trasmissione nella quale la mamma di Samuele ha annunciato di essere in dolce attesa. Ed ora esprimono la loro solidarieta’.

”Siamo
contenti per lei -dicono all’Adnkronos dalla loro abitazione in provincia di Modena-. Sicuramente un figlio li aiutera’ ad affrontare il grande dolore, se e’ questo lo spirito con cui lo hanno fatto”.

”Anche noi -dice Nadalini- stiamo cercando di avere un altro bambino. Ovviamente non pensiamo di sostituire il nostro bimbo morto.
Matteo sara’ sempre con noi. Speriamo di avere una bambina, il maschio gia’ ce lo abbiamo: e’ e sara’ sempre Matteo”.

I Nadalini tornano quindi alle modalita’ con cui e’ stata annunciata la nuova gravidanza della Franzoni. ”A nostro modo di vedere- affermano Roberto e Paola- Anna Maria non ha fatto male ad andare in tv. Come e’ accaduto a noi qualche tempo prima, anche sui Lorenzi ne sono state dette di cotte e di crude. Non che la televisione possa aiutare a risolvere drammi del genere, ma e’ innegabile che ha un potere mostruoso. Percio’ puo’ essere che se vai in televisione e fai la tua bella figura forse sei rivalutato”. Una cosa pero’ non ha gradito il papa’ di Modena. ”L’appello all’assassino -afferma- mi lascia perplesso. Anzi mi e’ sembrato proprio fuori luogo data la tragedia”