Al Cersaie 2002 anche un concorso per architetti

In cantiere una iniziativa di respiro internazionale che mira ad avvicinare il mondo dell’architettura a Cersaie, il più importante salone mondiale della ceramica per l’edilizia e dell’arredobagno.

Un progetto pluriennale che nasce con la 20a edizione della fiera ed è destinato a diventare un appuntamento fisso nel calendario degli eventi culturali del grande mondo del “progettare e costruire”.

L’iniziativa, dal titolo “Involucri”, si articola in molteplici azioni finalizzate alla realizzazione di un progetto sperimentale che, attraverso l’azione del Comitato Scientifico, coordinato dall’arch. Massimo Iosa Ghini insieme ad Andrea Branzi, Dante Donegani e Gilda Bojardi della rivista Interni, selezionerà tre architetti di fama internazionale. L’iter del progetto pluriennale – di cui il 2002 rappresenta la prima fase – vedrà gli architetti impegnati nella realizzazione del “concept” di una struttura architettonica (un “involucro” appunto), particolarmente innovativa per tecnologia e materiali, oltre che per la forte caratterizzazione impressa dallo stile dei singoli progettisti.

In occasione di Cersaie 2002, gli architetti avranno poi modo di illustrare i propri progetti durante un incontro – dibattito che avrà luogo a Bologna nel pomeriggio del 2 ottobre prossimo. A ciò si aggiunge l’esposizione di disegni e la proiezione dei modelli tridimensionali computerizzati in una apposita mostra allestita presso la Galleria di Arte Moderna di Bologna che rimarrà aperta per tutta la durata di Cersaie.