L’ambulanza? Arriva in 40 minuti se è a 500 metri

I genitori di una ragazza di 22 anni di Sassuolo hanno presentato una denuncia ai carabinieri per un caso di malasanità accaduto ieri mattina.

La ragazza sarebbe rimasta quaranta minuti a terra, prima di essere soccorsa in via Radici in Piano, con il Pronto soccorso dell’ospedale a distanza di appena 500 metri.
La ragazza, investita da un’automobile, stava andando in bicicletta al lavoro. Dopo l’incidente è rimasta sanguinante per la strada finchè “un’ambulanza di passaggio” non l’ha prelevata. Solo dopo è arrivato il mezzo dell’ospedale.

I genitori amareggiati si sono rivolti ai carabinieri (giunti anche loro prima dell’ambulanza), assicurando di avere tutte le prove, non solo testimoniali, del disservizio sanitario di cui è rimasta vittima la figlia.