Tempo libero: boom di cellulari e Pc

Ecco, voce per voce, i dati dell’Istat sull’uso delle tecnologie della comunicazione nel tempo libero degli italiani.


PERSONAL COMPUTER – Nel 2000 il 29,6% delle persone di 3 anni e piu’ (16 milioni e 400 mila individui) usa il pc. Gli utilizzatori uomini sono piU’ numerosi (34,3%) rispetto alle donne (25,1%), anche se le differenze sono molto piU’ contenute tra i giovani fino ai 24 anni. Al Nord la percentuale di utilizzatori e’ di circa il 35%, mentre al Sud e nelle Isole e’ decisamente piu’ limitata (22,8% e 20,5%). Le regioni con un tasso di utilizzo piu’ elevato sono la Lombardia (37,2%) e l’Emilia-Romagna (36,5%), mentre la Sicilia (19,1%) e la Basilicata (21,1%) sono quelle dove il pc si usa meno.
L’aumento piu’ consistente nell’uso del pc a casa si e’ registrato fra i giovani di 14-24 anni (dal 25,3% al 45%) e tra le donne (dal 18,6% al 35,7%). Con il Pc si lavora (59,6% degli utilizzatori), si gioca (57,2%), si studia (34,4%) e si comunica con altre persone (44,7%).

CD ROM E LETTORE DVD – Hanno assunto un ruolo sempre piu’ importante perche’ permettono l’accesso a grandi quantita’ di informazioni. Fa uso di CD-Rom o DVD il 58,9% degli utilizzatori di pc, ma esistono anche persone che, pur adoperando il computer, non sono al corrente dell’esistenza di queste periferiche (2,7%).

INTERNET – Naviga il 18,5% delle persone di 11 anni e piu’. La fruizione di Internet e’ caratterizzata da un forte divario generazionale a favore dei giovani: nella classe tra i 20-24 anni si riscontra infatti il valore piu’ alto di utilizzo con il 38,3%. Si rilevano anche significative differenze di genere: usa Internet il 23,1% dei maschi rispetto al 14,1% delle femmine. Sono inoltre profonde le differenze territoriali: nel Nord-est il 22,7% della popolazione di 11 anni e piu’ utilizza la rete rispetto al 12,5% delle Isole e al 13,1% del Sud.