Aids: marito e moglie scoprono ruolo proteina IL-7

Sono marito e moglie i due ricercatori che hanno scoperto all’Università di Modena e Reggio Emilia il ruolo chiave della Interleuchina 7, la proteina che potrebbe in
futuro rapprentare uan nuova strategia per il trattamento dei malati di Aids in modo da migliorare le loro difese immunitarie.

Andrea Cossarizza, 43 anni, docente di immunologia della stessa università e Cristina Mussini, 39, della clinica Malattie infettive e tropicali dell’Azienda Policlinico hanno avviato, assieme ad un gruppo di ricercatori lo studio sulla base di una idea della stessa Mussini. Inevitabilmente di immunologia si parla anche in casa, ha spiegato Cossarizza, ”ma non abbiamo solo questo progetto in comune: due figli e l’amore per la pallavolo”, tanto da mandare avanti da 11 anni un matrimonio che vanta anche alcune pubblicazioni scientifiche firmate a due mani. Ora la scoperta sul ruolo dell’IL-7. ”Non siamo gli unici ricercatori in Italia che si sono sposati e che lavorano sullo stesso progetto” ha aggiunto Cossarizza, ma forse, ammette, la passione in famiglia può avere contribuito a dare una maggiore spinta e impegno allo studio. ”Per ora abbiamo scoperto uno dei meccanismi del sistema immunitario di fronte alle terapie antivirali” ha aggiunto. La Interleuchina è una proteina che svolge il ruolo di sostenere e
differenziare lo sviluppo dei linfociti. Il passo successivo potrà essere quello di studiare la possibilità di integrare nell’organismo questa sostanza. Ma per ora, ha tenuto a precisare, ”non è stata trovata la cura definitiva”.