Milano: 3 reggiani muoiono in tangenziale

Ennesima sciagura sulle strade delle vacanze. Tre componenti di una famiglia di Cavriago, in provincia di Reggio Emilia, sono morti stamani in
condizioni atroci alle porte di Milano, sull’autostrada fra la barriera di Melegnano e San Giuliano Milanese.

Le vittime sono un uomo di 60 anni, G.T., la moglie di 54, I.C., e la sorella di lui, G.T., di 61 anni, tutti di Cavriago. Stavano andando in vacanza in montagna. All’altezza dello svincolo che dall’ Autostrada del Sole immette sulla tangenziale ovest l’auto su cui la famiglia viaggiava, una Fiat ‘Punto’ è stata tamponata da un camion. Ed
e’ andata a fuoco. Illeso il camionista, ma i tre occupanti sono morti carbonizzati. Sono in corso accertamenti per ricostruire esattamente la
dinamica dell’incidente, ma secondo i primi rilevamenti della polizia stradale il tamponamento sarebbe stato causato dal fatto che l’auto procedeva a velocità molto bassa. Non è escluso che il conducente stesse controllando la segnaletica stradale per verificare a che altezza ‘uscire’ dalla A1 per imboccare la strada delle vacanze.
Il conducente del mezzo pesante che stava sopraggiungendo si è accorto troppo tardi che quella ‘Punto’ era troppo lenta e ha urtato in pieno la parte posteriore dell’ auto. La vettura era
alimentata a gpl e la bombola del gas è esplosa. In un attimo la Punto e i suoi tre passeggeri sono stati avvolti dalle fiamme. Altre due automobili sono state lievemente coinvolte nell’incidente, senza conseguenze per i passeggeri: la prima è
riuscita d’ un soffio a evitare l’urto contro la Uno, che nel frattempo si era fermata di traverso tra la prima corsia e quella centrale, ma è andata a toccare contro il guard rail. La seconda, invece, ha urtato la ‘Punto’. Sono stati appunto i passeggeri di quest’auto i primi a intervenire, cercando di spegnere le fiamme con alcuni estintori. Ma non c’è stato nulla da fare. I tre passeggeri sono morti carbonizzati, nonostante il tentativo di altri
automobilisti a loro volta fermatisi per dare soccorso. Sul posto sono giunti subito oltre agli uomini della polizia stradale anche i vigili
del fuoco, e un elicottero dell’elisoccorso. L’autostrada è rimasta chiusa per circa un’ora, ma ci sono volute oltre tre ore prima che il traffico riprendesse a scorrere regolare.