Vacanze: agosto addio, riaprono le città

Agosto chiude i battenti e riaprono le porte delle città. L’ultimo grande controesodo dell’estate
si è messo in moto per riportare gli italiani a casa: si calcolano 400 mila rientri a Roma, 300 mila a Milano, entro il week end.

‘Bollino rosso’ per domani e domenica pomeriggio e per lunedì mattina sulle principali autostrade della penisola, dove circoleranno oltre 8 milioni di veicoli.
Ma non tutti invaderanno le corsie per tornare. Per qualcuno le ferie stanno per cominciare ora, magari solo alla volta di campagne e sagre. Nel frattempo si contano i danni del maltempo
all’agricoltura, mentre le piogge continuano a creare disagi. E le previsioni meteo non promettono nulla di buono.
Le città sono pronte a ripopolarsi e a tornare ai loro ritmi normali, con la riapertura di quasi il 100% delle industrie e attività commerciali e artigianali.
Secondo i dati dell’Osservatorio di Milano, oltre Roma e Milano, a registrare il maggior numero dei rientri saranno Torino (80 mila), Bologna (60 mila), Genova (40 mila) e Napoli (20 mila). Le città che invece hanno registrato il maggior numero di
partenze sono Roma (120 mila), Milano (70 mila), Torino (50 mila) e Genova (20 mila). Tra le mete preferite per le vacanze in Italia, in testa costa si piazzano costa adriatica e isole; per il Mediterraneo la Spagna mentre tra le capitali europee Parigi e Londra; per le lunghe destinazioni Mar Rosso e Caraibi.
TRAFFICO: Il calendario delle partenze indica traffico intenso con punte critiche per tutto il week end, verso nord e le grandi aree urbane. In molti, però, in parte per il maltempo e in parte per evitare le code, hanno anticipato il rientro durante la settimana, quando – spiega la società Autostrade – si è registrato un incremento della circolazione. Rientri anche oggi
pomeriggio. Traffico sostenuto nell’area bolognese, dove in un incidente sono rimasti gravemente feriti tre ragazzi, e rallentamenti sono stati infatti segnalati sul tratto nord dell’ A14 nelle Marche, soprattutto all’altezza di Pesaro verso Cattolica, con code a tratti e incolonnamenti.