Nuova stazione ecologica a Rovereto di Novi

Una stazione ecologica sarà costruita a Rovereto di Novi in sostituzione di dell’impianto attuale, ormai non più adeguato alle esigenze della raccolta differenziata della zona. La Provincia nei giorni scorsi ha deciso di concedere un finanziamento al Comune di 225 mila euro per la realizzazione dell’opera che avrò un costo di 380 mila euro.


Il nuovo impianto sarà dotato delle più moderne attrezzature per smaltire i rifiuti in una realtà dove negli ultimi anni si sono registrati risultati importanti nella raccolta differenziata (oltre il 40 per cento nel Comune di Novi). “Il contributo – afferma Ferruccio Giovanelli, assessore provinciale all’Ambiente – fa parte dei fondi della Provincia, pari al oltre 500 mila euro, da destinare quest’anno al potenziamento delle isole ecologiche”.
Attualmente la raccolta differenziata nel modenese è arrivata intorno al 31 per cento e proviene in gran parte dalle 49 stazioni presenti sul territorio, “ma il nostro obiettivo – prosegue Giovanelli – è di arrivare al 55 per cento entro il 2005 per garantire al sistema locale la piena autosufficienza nello smaltimento dei rifiuti.
Lo scenario prospettato dalla Provincia prevede, infatti, per quella data una produzione di rifiuti urbani e assimilabili di circa 550 mila tonnellate che saranno così smaltite: termocombustione il 46 per cento (oggi è il 25 per cento), recupero o compostaggio al 47 per cento (oggi è il 28 per cento) mentre solo il sette per cento finirebbe in discarica (attualmente è il 46).