Formula 1: a Monza test sotto la pioggia

E’ cominciata sotto una fastidiosissima pioggia – che comunque non ha tenuto lontano il pubblico con oltre 2000 tifosi in tribuna già alle 9 del
mattino – la seconda giornata di test Fom per preparazione il Gran Premio d’Italia del 15 settembre.


Alla Bar i piloti-collaudatori si sono fatti da parte
lasciando il posto ai titolari Jacques Villenueve e Olivier Panis. Sono poi arrivati anche David Coulthard e Allan Mc Nish, Eddie Irvine e Pedro de la Rosa. Michael Schumacher si è presentato all’autodromo poco dopo le 9, quando il fratello Ralf
aveva già compiuto diversi giri di pista con la sua Williams- Bmw, ed è salito sulla F2002 alle 9,35.
David Coulthard è rimasto incantato dal nuovo podio circolare di 10 metri di circonferenza sospeso a cinque metri d’ altezza sopra il muretto dei box: ”Salirci è come partire per fare un viaggio nel futuro – ha commentato -. Farò di tutto per essere il primo”. Lo scozzese, che ha vinto il Gran Premio
d’Italia nel 1997, tiene comunque i piedi per terra. Sa che sarà difficile per la Mc Laren-Mercedes battere le Ferrari. ”Anche se siamo venuti qui a provare una monoposto che ha moltissime novità – ha detto – sappiamo bene che tenere il passo della Ferrari sarà difficile”. Alla domanda se ha
abbandonato l’idea di riconfermarsi vice campione del mondo (è quinto, staccato da Barrichello di 14 punti) ha risposto: ”Diciamo che ce la metterò tutta per provarci a restare vice di Schumacher. Anche se so bene che sarà durissima perchè Barrichello può contare su una eccellente monoposto”.