Sassuolo: Fondo sicurezza, chi ne usufruisce

“Tra il 2001 ed il 2002 sono stati 17 gli esercizi commerciali che hanno fatto richiesta ed usufruito del Fondo per la sicurezza istituito dalla Camera di Commercio, Fondo al quale l’Amministrazione Comunale da diversi anni aderisce attraverso uno stanziamento che, negli ultimi due anni, ammonta a 7993,10 €, pari a 15.476.800 delle vecchie lire. Un’adesione che da subito l’Amministrazione Comunale ha assicurato, rispondendo all’appello della Camera di Commercio, e che continuerà ad assicurare nel Bilancio del prossimo anno”.

Così l’Assessore Patrizia Barbolini in risposta all’interrogazione dal Consigliere Massimo Bertacchi, riguardo l’iniziativa promossa dalla Camera di Commercio e dalla Prefettura di Modena per istituire un fondo di sicurezza a beneficio delle imprese più esposte a fatti criminosi.
“I titolari degli esercizi commerciali sono stati informati direttamente dalla Camera di Commercio, che ha istituito e promosso il Fondo, dalle associazioni di categoria, che si sono impegnate in tal senso, e dal Comune di Sassuolo, attraverso gli organi di stampa in tempi e modi diversi. Sono stati dieci gli esercizi commerciali che hanno potuto usufruire del contributo comunale per l’installazione di sistemi di sicurezza dal mese di Settembre al mese di Dicembre 2001 per un ammontare complessivo di € 4210,18 pari a lire 8.152.045. Dal mese di Maggio alla fine del mese di Luglio 2002, invece, sono stati 7 gli esercizi commerciali che hanno chiesto e ottenuto i contributi per il “fondo sulla sicurezza”: in cinque casi il contributo è stato pari a 550,00 € ; in due casi, invece, è stato pari a 516,46 €. In totale, nel 2002, sono stati stanziati 3782,92 €, pari a lire 7.324.755. Voglio infine ricordare a Bertacchi – conclude Patrizia Barbolini – che l’Amministrazione comunale, sul fronte della tutela della sicurezza, ha attivato progetti che non hanno riguardato solo i commercianti, ma anche la cittadinanza: la polizza assicurativa a tutela delle vittime di reato stipulata dal Comune ne è un esempio. I cittadini non hanno meno diritti di tutelare le proprie proprietà rispetto ai commercianti: dovere dell’Amministrazione Comunale è tutelare la sicurezza di tutti, e gli sforzi della Giunta sono andati proprio in questa direzione.”