Festival filosofia: spettacolo sui binari della Modena-Sassuolo

Spettacoli anche in treno per la seconda edizione di Festival filosofia sulla bellezza, in programma a Modena, Carpi e Sassuolo dal 20 al 22 settembre.

I viaggiatori che venerdì 20 e sabato 21 si serviranno del collegamento ferroviario che parte alle 14.30 dalla stazione delle Ferrovie provinciali di Modena per Sassuolo e alle 20.15 da Sassuolo per Modena riceveranno un cestino da viaggio e parteciperanno all’iniziativa teatrale “Il vagone da 50. Un piccolo treno per grandi conferenze”, che prevede – tra l’altro – un programma di letture. L’iniziativa si svolge in collaborazione con Atcm (prenotazioni al numero 0536 807371). A due settimane dall’inizio del Festival, gli organizzatori stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli del programma, che prevede lezioni di grandi maestri del pensiero contemporaneo – da Massimo Cacciari a Umberto Galimberti, da James Hillman a Fernando Savater, da Gianni Vattimo a Remo Bodei – “cene filosofiche” ideate dall’Accademico dei Lincei Tullio Gregory, mostre di Nobuyoshi Araki, Giulio Paolini, Uliano Lucas, Milo Manara, Dino Gavina e Franco Guerzoni, concerti, letture di Del Giudice, Benni e Riondino, film, esibizioni di calligrafia giapponese, performance poetiche, spettacoli per ragazzi, bancarelle di libri e una caccia al tesoro on line. Gli appuntamenti sono oltre cento e quasi tutti gratuiti (informazioni per il pubblico al numero 059 421210 e al sito). La manifestazione si svolge sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e per iniziativa della Regione Emilia-Romagna, della Provincia, dei tre Comuni, della Fondazione Collegio San Carlo, che ha curato il programma, e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.