Formula 1: Ecclestone, sono pronto a comprare la Ferrari

La Ferrari ha superato tutti gli altri team e fermarla anche il prossimo anno sarà difficile. Parola di Bernie Ecclestone, il ‘padrone’ della Formula 1 che
alla vigilia del Gp di Monza, in un’intervista pubblicata oggi dalla Gazzetta dello Sport, si dice ”pronto a comprare” la Rossa di Maranello, che già pensa ad entrare in borsa.


”Il marchio è forte. Non so se comprerò le azioni – dice Ecclestone – ma di sicuro sarei disposto a comprare la Ferrari, se il prezzo fosse giusto”. Il mondiale di quest’anno è stato dominato dalla scuderia di Montezemolo, con McLaren e Williams
incapaci di tenere il passo. ”La Ferrari le ha superato in tutto – continua – motore, telaio e il resto con un lavoro molto proficuo svolto con la Bridgestone. E poi la Ferrari ha Schumacher, che è probabilmente il migliore. Non penso che sarà possibile fermare la Ferrari, ma gli altri team hanno
avuto la sveglia”. Tra i grandi piloti del passato, da Fangio a Senna, Schumi si ritaglia il suo posto d’onore per Bernie Ecclestone. ”Siamo alle classifiche impossibili – dice – Se prendiamo i tempi
moderni, mi chiedo se Schumacher sia meglio di Senna. E mi chiedo anche quanti titoli avrebbe vinto Ayrton senza la tragedia di Imola. Il magic team della Formula 1 sarebbe stato quello composto da Senna e Schumacher, entrambi su una Ferrari, e senza ordini”. Il riferimento è al fatto di Zeltweg, con Barrichello costretto a lasciar passare il pilota tedesco. ”Gli ordini di scuderia ci sono sempre stati, la Ferrari ha fatto la cosa giusta nel suo interesse. Ma io avrei preferito un finale
con Montoya su una Ferrari contro Schumacher, senza ordini via radio”. I piloti di oggi sono troppo noiosi? ”Team e sponsor manipolano l’immagine dei piloti – spiega Ecclestone – non emergono i caratteri. Servirebbe un Valentino Rossi. E’
fantastico. Purtroppo non ho più un team, altrimenti lo ingaggerei subito”.