Modena: omicidio-suicidio, il caso è chiuso

Stamane i funerali della donna 37enne, domani quelli della guardia giurata, appena 23enne.

Si sono svolti questa mattina i funerali di Lorella Desiato, la donna di 37 anni uccisa a colpi di pistola dal suo fidanzato, Attilio Casale che di anni ne aveva solo 23. Terminata l’autopsia nel tardo pomeriggio di venerdì, il pm Pasquale Mazzei ha dato il nulla osta alla sepoltura. Il feretro della giovane donna è stato ricomposto nelle camere ardenti del Policlinico da dove è poi partito alle 17 di ieri destinazione San Felice di Molise, paese d’origine della Lorella i provincia di Campobasso. Qui stamane si è svolta la cerimonia funebre e la tumulazione nel locale cimitero. La salma di Attilio casale partirà invece domattina alle 8 sempre dal Policlinico con destinazione Caposele di Avellino, di dove è originaria la famiglia, emigrata poi in Svizzera dove la giovane guardia giurata era nato.
Per quanto riguarda l’autopsia nessuna novità particolare è emersa da essa, se non una serie di conferme come quella relativa ai colpi esplosi da Attilioi contro la fidanzata: 10 che l’hanno trapassata, mentre quattro sono rimasti conficcati nelle braccia e nelle gambe. Per quanto concerne invece l’aspetto giudiziario-investigativo, si può dire che il caso di omicidio-suicidio sia chiuso. Non appena saranno trasmessi gli atti ufficiali dell’autopsia alla cancelleria della procura, il pm Mazzei chiuderà il caso con un’archiviazione per morte dell’autore del delitto.