Banda dei tir: operazione polizia, 40 arresti

Sono in tutto 40 le persone arrestate nel corso dell’ operazione “La coop del crimine”, che -condotta dalla polizia stradale di Emilia Romagna e di Puglia- ha smantellato nelle ultime ore un’ organizzazione dedita a furti di Tir e dei loro carichi sulle autostrade italiane. Le indagini – dirette dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Rovigo- avevano portato all’ emissione di 51
ordinanze di custodia cautelare, 40 delle quali da eseguire nella provincia di Foggia.


Sono 11 le persone latitanti che le squadre mobili delle questure di Bari e di Foggia stanno ancora ricercando. Quelle arrestate, quasi tutte con precedenti penali, sono accusate di associazione per delinquere finalizzata al furto di abbigliamento, prodotti farmaceutici, apparecchi elettronici,
veicoli industriali, alimentari, liquori, vino, olio e
sigarette. I prodotti venivano rubati sui Tir in sosta lungo tutta la rete autostradale italiana: i conducenti erano minacciati e portati in luoghi lontani dai Tir, per evitare che i veicoli fossero rintracciati in breve tempo. La merce veniva
poi rimessa sul mercato legale. Nel corso delle indagini – ha detto il dirigente della mobile
di Foggia – sono stati sequestrati 10 automezzi oltre a metà della refurtiva, circa 5 milioni di euro. I furti sono stati 36 in due anni, 26 dei quali scoperti dalla polizia. Le bande, nel momento in cui operavano – ha concluso – avevano già pianificato a chi dovevano poi ‘piazzare’ la refurtiva. Per
comunicare tra loro non utilizzavano telefoni cellulari ma soltanto ricetrasmittenti evitando di chiamarsi per nome ma utilizzando nomignoli.
Le indagini sono partite nel settembre 2000 quando una pattuglia della polizia stradale in un normale controllo ha fermato un autocarro, carico di abbigliamento, che è poi risultato rubato.