Il ‘Tallone di Achille’ alla maratona di Carpi

Ci sarà spazio anche per la lotta alla cultura del doping all’interno della Maratona d’Italia in programma domenica 6 ottobre, con partenza da Maranello e arrivo a Carpi. Gli enti promotori della campagna modenese del “Tallone d’Achille”, su invito degli organizzatori della corsa, allestiranno per tutta la durata della manifestazione uno stand dove sarà distribuito, tra l’altro, materiale informativo sul doping e contro la cultura del ricorso ad integratori e farmaci per migliorare la prestazione sportiva.

Iniziata nell’aprile scorso con l’avvio di un telefono pulito informativo antidoping (800 170001) attivo al Policlinico di Modena, la campagna del “Tallone d’Achille” prosegue ora con una serie di iniziative che, come afferma Mario Lugli, assessore provinciale allo Sport, “hanno l’obiettivo di promuovere una diversa cultura dello sport, soprattutto tra le categorie amatoriali e giovanili, legata ad una maggiore attenzione alla salute contro tipo di aiuto esterno, integratori compresi”. La campagna è promossa da promossa da Provincia, Azienda Usl e Comune di Modena, Università di Modena e Reggio Emilia, Piano per la salute, Ufficio scolastico regionale, Coni, Csi, Uisp, Casa di cura Villa Igea e ha come testimonial alcune pallavoliste del Volley Modena tra le quali la Mifkova. L’attività dello stand alla maratona inizierà venerdì 4 ottobre (ore 15), per proseguire sabato (dalle 9 alle 21) in occasione del Ferrari day, e domenica 6 ottobre durante la gara. All’interno della struttura, e per tutta la durata della manifestazione, saranno presenti i medici della scuola di Tossicologia dell’Università e i medici e i dietologi della Medicina dello sport dell’Azienda Usl (gli stessi che gestiscono il “telefono pulito). Nel corso dell’iniziativa sarà presentato anche il nuovo sito Internet della campagna www.tallonediachille.it, attivo da sabato, e sarà possibile firmare la propria adesione al progetto con una eventuale dichiarazione anche audio o video.