Il Consiglio Provinciale discute sulla guerra all’Iraq

Un eventuale attacco all’Iraq dovrà essere deciso dall’Onu. E’ questa la posizione del Consiglio provinciale sulla guerra a Saddam. Con un documento, approvato mercoledì 16 ottobre dalla maggioranza (Ds, Margherita) e Rc, contrario il centrodestra, si esprime la preoccupazione sull’intenzione di Stati uniti e Gran Bretagna di attaccare l’Iraq, un’azione –come si legge nel documento presentato da Maino Benatti (Ds)-, alla quale “è contraria gran parte dell’opinione pubblica mondiale”.

Per questo si chiede al Governo di favorire un accordo di pace, per arrivare a rigorose ispezioni Onu e all’impegno dell’Iraq a rinunciare a qualsiasi appoggio al terrorismo internazionale. Il centrodestra ha votato contro la presa di posizione perché, come ha spiegato Dante Mazzi (FI), si tratta di un “pacifismo unilaterale, anche se è necessario verificare tutte le opportunità diplomatiche di scongiurare la guerra”. Mauro Cavazzuti (Margherita) ha replicato sottolineando la posizione antieuropeista tenuta finora dal Governo.