Targhe alterne a Modena, integrazione all’ordinanza

Compiendo una prima verifica sull’applicazione dei provvedimenti di limitazione della circolazione, entrati in vigore lo scorso 3 ottobre, che prevedono le targhe alterne nelle giornate di giovedì e domenica e limitazioni alla circolazione dei veicoli non eco-diesel negli altri giorni della settimana, il Comune di Modena ha deciso alcune integrazioni alla delibera per quanto attiene alle deroghe.

Tali integrazioni, che tengono conto dell’esperienza di queste prime giornate e delle osservazioni e dei suggerimenti avanzati da cittadini e associazioni, saranno in vigore già da domenica 20 ottobre. Relativamente alla circolazione a targhe alterne, le modifiche ai diversi punti dell’ordinanza, valide sia il giovedì che la domenica sono le seguenti:
VIII. veicoli intestati a enti, aziende e ditte private che devono effettuare interventi di manutenzione in situazione di emergenza o interventi di manutenzione ordinaria a servizi di rete, ivi compresi i lavori stradali e la manutenzione del verde pubblico;
XVII. veicoli degli ambulanti che si recano o di ritorno dai mercati presenti nell’intero territorio comunale e degli edicolanti e attività di distribuzione giornali;
XIX. veicoli diretti alla revisione muniti di prenotazione e veicoli con “targa prova”;
XX. veicoli adibiti alla raccolta dei rifiuti urbani, allo spazzamento delle strade e veicoli adibiti al trasporto di rifiuti speciali di ditte iscritte all’Albo Nazionale delle imprese esercenti servizio di smaltimento rifiuti.
Sono poi indicate altre tre modifiche, valide solo per la giornata del giovedì; eccole:
XXII. veicoli degli istituti di vigilanza privata (compresi i veicoli degli addetti che si recano sul posto di lavoro muniti di tesserino di riconoscimento) e veicoli adibiti al trasporto di valori e articoli di monopolio a servizio di esercizi commerciali;
XXVI. veicoli (autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori) di lavoratori su turno (ciclo continuo o doppio turno; es.: lavoratori con indennità di turno) muniti di attestazione nominativa, rilasciata dal datore di lavoro o autocertificazione in caso di lavoratore autonomo, indicante la turnazione lavorativa, limitatamente ai percorsi casa – lavoro e veicoli di insegnanti che operano su più sedi scolastiche nello stesso giorno, muniti di certificazione rilasciata dalla Direzione Didattica;
XXIX. veicoli per il trasporto merci (categorie N2 e N3) in transito dalla sede operativa dell’impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieti e ritorno e veicoli di ditte che svolgono attività di traslochi.
Delle integrazioni all’ordinanza sin qui riportate, quelle valide anche per le limitazioni per i veicoli non ecodiesel in vigore nelle giornate non festive di lunedì, martedì, mercoledì, venerdì e sabato, sono solamente le tre seguenti:
-veicoli degli ambulanti che si recano o di ritorno dai mercati presenti nell’intero territorio comunale e degli edicolanti e attività di distribuzione giornali;
– veicoli adibiti alla raccolta dei rifiuti urbani, allo spazzamento delle strade e veicoli adibiti al trasporto di rifiuti speciali di ditte iscritte all’Albo Nazionale delle imprese esercenti servizio di smaltimento rifiuti;
-veicoli per il trasporto merci (categorie N2 e N3) in transito dalla sede operativa dell’impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieti e ritorno e veicoli di ditte che svolgono attività di traslochi.