L’oasi di Colombarone nella rete Natura 2000

La Regione Emilia-Romagna ha provveduto ad integrare ed aggiornare l’elenco dei Siti di Interesse Comunitario, candidati a far parte della Rete Natura 2000 della Comunità Europea.

Nell’elenco è stata inserita l’Oasi Faunistica di Colombarone del Comune di Formigine per la notevole importanza naturalistica di questa area umida alla confluenza del Torrente Fossa con il Fiume Secchia.


” E’ un importante riconoscimento – ha dichiarato Paolo Fontana, assessore all’ambiente e sviluppo sostenibile di Formigine – della scelta di valorizzazione che il nostro Comune e la Provincia di Modena da anni stanno portando avanti su questa area con vari interventi che hanno reso l’Oasi un punto importante della rete di corridoi ecologici che si stanno costruendo sul territorio provinciale”.

L’area dell’Oasi (circa 100 ettari di estensione) è interessata da un progetto del Comune di Formigine, finanziato dal Programma d’Area con circa 400.000 Euro, di ulteriore sviluppo naturalistico che rilancerà l’Oasi anche a fini ricreativi e didattici con la realizzazione di un Centro Visite, la sistemazione della sentieristica e l’ulteriore sviluppo della parte boschiva e vegetazionale.

L’area è interessata dal passaggio del percorso ciclabile e pedonale in corso di realizzazione da parte della Provincia, che farà conoscere ai cittadini della nostra Provincia la bellezza naturalistica dell’Oasi e l’importanza di tutelare un pezzo importante del nostro territorio.

L’inserimento nella Rete Natura 2000 è un fatto importante e strategico per la conservazione dell’Oasi che il Comune di Formigine intende tutelare ulteriormente, nella prossima variante al Piano Regolatore, andando a definire l’Oasi come Area di Riequilibrio Ecologico in base alla legge istitutiva Regionale.